AssociazioniE-sportsTest a Montechiari della sala gioco

Il panorama eSport nazionale continua a crescere a ritmi vertiginosi, basti pensare agli investimenti messi in campo, tra gli altri, da Bologna, Parma, Sampdoria, Roma e anche la Lega Nazionale Dilettanti sbarca nel settore confermando la sua attitudine a guardare al futuro. Imminente, infatti, l’avvio del Road Show 2k20 in tutte le regioni italiane a partire dal prossimo 26 ottobre nel Tempio del Calcio di Coverciano (Firenze). Il primo passo del tour è stato compiuto nel Centro di Formazione Federale Territoriale di “Montichiarello” (Brescia) con il test della sala LAN composta da 12 postazioni eSport su piattaforma PlayStation 4 con FIFA 20 per 8 team composti da due player ciascuno. L’universo eSport sposa pienamente le politiche della LND rivolte alle nuove generazioni, all’inclusione sociale e alla formazione, in linea con il claim del tour “educare giocando”. Una nuova ed affascinante sfida volta a cogliere l’evoluzione dei tempi ed attenta ai percorsi delle politiche giovanili per andare al cuore delle passioni di ragazzi, ragazze e diversamente abili, mettendo a disposizione la grandissima esperienza della Lega Nazionale Dilettanti nell’organizzazione di eventi sportivi legati al gioco del calcio, da oggi, anche sul fronte virtuale.

Questo il commento di Italo Giacomini, presidente della Voluntas Montichiari: Ho ospitato con grande piacere il primo test ufficiale della sala LAN per eSport della Lega Nazionale Dilettanti e mi sono personalmente reso conto delle grandissime potenzialità di questa disciplina sportiva e delle abilità dei giocatori nell’utilizzo di queste tecnologie. Complimenti alla LND che con questo progetto si allinea ad alcune delle migliori società sportive italiane ed estere senza fermarsi all’attività agonistica ma organizzando anche incontri formativi per promuovere il videogioco responsabile ed educare i ragazzi al corretto utilizzo dei videogames. Inoltre l’iniziativa si inserisce in un percorso rivolto all’inclusione sociale in quanto gli eSport sono caratterizzati dalla possibilità che tutti possano giocare senza barriere o distinzioni”.

Tra i partner del progetto, Doxer società che si occupa dell’infrastruttura informatica della sede centrale della LND: “Siamo molto soddisfatti – dichiara Andrea Bassi numero uno dell’azienda – di accompagnare la Lega Nazionale Dilettanti nello sviluppo di questo progetto altamente innovativo e sfidante, abbiamo incontrato un’istituzione molto attenta alle evoluzione tecnologiche e alle esigenze delle nuove generazioni.”